Pane Ricette Senza glutine

Pane senza glutine al miglio con olive (farine naturali, no mix pronti)

September 3, 2017
Ricetta pane senza glutine con farine naturali alle olive miglio bruno grano saraceno

Ciao e ben ritrovati! Spero abbiate passato un’ottima estate!

Io mi sono presa una pausa dal pubblicare ricette sia per creare questa nuova pagina dedicata esclusivamente alla versione italiana dei miei post, sia per concedermi una piccola vacanza con la mia dolce metà, decisamente necessaria … e meritata.
E visto che ora le temperature sono finalmente più miti, possiamo tornare ad accendere il forno, quell’oggetto abbandonato da molti negli ultimi mesi, e questo pane senza glutine al miglio con olive è l’occasione giusta per rimetterlo in funzione!

Dopo alcuni tentativi ho trovato mix e quantità di ingredienti giusti per questo pane, reso sfizioso dall’aggiunta delle olive e fatto con sole farine naturali senza glutine, poiché né io né il mio compagno siamo grandi fan dei mix già pronti, sia per la consistenza che a volte lasciano agli impasti, sia perché spesso contengono mais, a cui siamo intolleranti.

La preparazione è semplice e veloce, come per il mio pane al grano saraceno:

  • pre-riscaldate il forno a 200°
  • in una ciotola mescolate le farine e gli altri ingredienti secchi
  • il lievito secco che uso non richiede attivazione, ma controllate le istruzioni di quello che usate
  • aggiungete gli ingredienti liquidi e mescolate bene il tutto (otterrete un impasto molto morbido, non lavorabile a mano)
  • aggiungete le olive all’impasto e tenetene qualcuna da mettere sopra per decorazione
  • versate l’impasto in uno stampo per plumcake già unto o foderato con carta-forno e lasciate riposare (io: 10 minuti)
  • infornate per 40-50 minuti, in base al vostro forno (controllate la cottura con uno stuzzicadenti)
  • una volta sfornato lasciate raffreddare prima di affettare

Fra le farine naturali senza glutine, ho scoperto che quella di miglio integrale (anche miglio bruno integrale) è fra le mie preferite come sapore e consistenza, decisamente valida per i prodotti da forno da preparare con i mix di farine fatti in casa (e quindi un’ottima alternativa ai mix già pronti “da supermercato”).

Fatemi sapere se provate questo pane alle olive e cosa ne pensate! Si conserva morbido per un paio di giorni, tenendolo ben chiuso e una volta che inizierà ad asciugarsi potrete affettarlo e tostarlo per delle ottime bruschette, oppure congelarlo già affettato per poi scaldarlo all’occorrenza!

Ciao!
Sonia


Ingredienti

200 gr di farina di miglio integrale senza glutine
150 gr di farina di riso integrale senza glutine
150 gr di fecola senza glutine
1 cucchiaino di sale
2 cucchiaini di cremor tartaro
1 cucchiaino di bicarbonato
9 gr di lievito secco senza glutine (io uso questo)
3 cucchiaini di gomma di guar (io uso questa)
1 cucchiaino di zucchero / miele / sciroppo d’agave
2 cucchiai di olio d’oliva
400 gr di acqua tiepida
150 gr circa di olive (verdi)


Con questa ricetta partecipo al contest The Free Food Lover ospitato questo mese da Senza è Buono !

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Lia October 10, 2018 at 1:31 pm

    Questo pane è buonissimo! Non sembra nemmeno sia senza glutine!
    Ho solo una domanda sul quantitativo d’acqua: con 400gr il mio impasto era bello compatto e lavorabile a mano. Ne ho aggiunta di più (in tutto 600gr di acqua tiepida) per ottenere un impasto morbido della consistenza (credo) giusta. (Ho avuto lo stesso ‘problema’ con il tuo pane di grano saraceno, quindi mi chiedevo se è un errore nella ricetta, o se magari la marca di farine che uso io assorbe tanto di più…)
    L’ho lasciato riposare una mezz’ora prima di metterlo in forno. Ho aspettato che lievitasse fino all’orlo dello stampo da plumcake. Risultato perfetto 🙂

    • Reply Sweet Sensitive Free October 10, 2018 at 2:12 pm

      Ciao Lia, grazie del commento, sono contenta ti piaccia 🙂
      Io non ho mai aggiunto così tanta acqua e mai i 400 gr di acqua hanno reso l’impasto lavorabile a mano, l’impasto che ottengo con queste dosi è sempre simile a quello di una torta, quindi semiliquido diciamo. Generalmente io uso le farine del Molino di Diego o Molino Filippini, la fecola di patate quella del supermercato, niente di particolare. Davvero non so come mai così tanta differenza nelle dosi di acqua onestamente, probabilmente sì dipende dal tipo di farina, soprattutto se integrali assorbono acqua in modo diverso. Comunque sono contenta che il risultato finale ti piaccia 🙂 Grazie infinite per il commento!

    Leave a Reply

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.